mercoledì 9 dicembre 2009

Lost in Austen

A causa di questo post di Roberta, mi sono fatta tutto questo sceneggiato carinissimo (che nell'ultima puntata mi ha fatto pure versare qualche lacrimuccia) in due giorni e mi è piaciuto tantissimo! L'idea è originale ma, diciamocelo, chi di noi non ha mai sognato di essere al posto di Elizabeth Bennet?!
Comunque, la parte che mi piace di più è senz'altro l'accento inglese... quando Amanda dice "I can't dance!!!" e lo dice con la A!!! troppo ganzo....
Grazie Roby!

7 commenti:

  1. ma grazie (e grazie anche a Roberta!)!!! vado subito guardarlo!
    L'anno scorso la tv canadese ha riproposto tutti i lavori della Austen in sceneggiato, mi sono fatta una maratona impressionante di tv.
    E ,si, il Pride and Prejudice più bello rimane quello con Colin Firth (occhi a cuoricino a go-go). Lo scorso hanno ha posato con camicia bagnata sotto una cascata di caffè: è stato argomento di conversazione per tre giorni! XD

    RispondiElimina
  2. Ma dai, son davvero contenta che sia piaciuto anche a te ;-D
    Sai che, in quanto al finale, io non ero mica certa che gli sceneggiatori avrebbero "osato" far andare le cose in quel modo? (fino a un certo punto ero convinta che avrebbero fatto i salti mortali per far rientrare tutto nell'idea originale... ma è stato meglio così... :-D )

    RispondiElimina
  3. @germana: confesso di non averlo mai visto... che faccio, scarico? però a me quel Colin lì mi sa di tontolone... non posso far a meno dipensarlo conil maglione con la renna da "Bridget Jones"...
    @Roby: avevo la stessa tua impressione... e poi Miss Bingley lesbica mi ha fatto sbracare! XD

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con Germana che la versione migliore (nel senso di "più fedele") di Pride & Prejudice sia quella dello sceneggiato BBC del 1995, infatti ne possiedo la versione originale in DVD... ('che se vuoi scaricare, sappi che in tutto sono 6 puntate da 55 minuti ciascuna...)
    Colin Firth in linea di massima non mi dispiace, però già con il suo volto del 1995 mi sembrava "vecchio" rispetto all'idea che ho sempre avuto di Darcy - secondo me adesso lui rappresenta uno splendido quarantenne, ma non mi incarnava bene, nemmeno quando hanno girato P&P, un uomo di 25-30 anni, quale più o meno immagino fosse l'età del Darcy austeniano.

    p.s. Credo che la scelta di lui per interpretare Mark Darcy in Bridget Jones sia proprio dovuta in larga parte al suo ruolo come Darcy in quello sceneggiato. Guarda che in UK quella sua interpretazione ha davvero fatto sfracelli fra il pubblico femminile, ed è rimasta nell'immaginario collettivo!

    RispondiElimina
  5. 1995? ma sai che credevo fosse più recente, tipo dell'anno scorso? e non avevo neanche colto il dualismo don il Darcy di Bridget Jones... ho capito, lo devo vedere... me lo scarico nei prossimi giorni e poi vi so ridire...

    RispondiElimina
  6. Si, confermo: l'autrice del Diario di B.J. aveva in mente Colin Firth di Pride and prejudice quando ha dato vita al personaggio di Darcy. Per questo motivo la parte nel film è stata affidata a lui.
    Lost in Austen l'ho visto quasi d'un fiato, molto divertente. Wickham "buono" proprio non me lo aspettavo: "George, did you hear that sound? STUMP. It's Jane Austen turning in her grave!" XD
    Grazie ancora a voi due per la dritta, da sola non l'avrei mai trovato!

    E, visto che ci sono, Buon Natale!!!

    RispondiElimina
  7. ricambio gli auguri, ma i ringraziamenti vanno tutti a Roby!

    RispondiElimina

Si pregano i Signori Commentatori di firmarsi sempre, di inserire il link al proprio sito (se c'è) e di evitare offese inutili (e anche quelle utili). Grazie.

(Please sign your comments, thanks)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails