martedì 12 gennaio 2010

Oldies

Un commento di Roberta al mio post precedente, mi ha fatto venire in mente che nella mia città c'è ancora un calzolaio; si trova in centro, ma è un po' defilato, in una di queste vecchie botteche con la porta di legno e vetro, un po' instabile, che sbatte in continuazione.
E il bello è che in bottega il calzolaio (non anzianissimo, sui 50/60), che è lì da sempre, ha messo un bancone e due sgabelli alti, perchè se qualche cliente si vuol sedere e fare due chiecchere mentre lui lavora, è il benvenuto.
Romanticissimo.

1 commento:

  1. Le botteghe dei calzolai, quanto mi piacciono!
    Qualche anno fa vicino casa ha aperto la bottega un calzolaio dai tratti marcatamente sudamericani. Visto che il maritonzolo si ostinava a comprarsi le scarpe da fighetto colletto bianco della City e visto che stava rischiando il collo intorno al colletto ogni volta che usciva di casa con la pioggia, gli ho portato un paio di scarpe da risuolare in gomma. Sicura che ne sarebbe venuto fuori una cosa tipo Frankestein e sicura che il maritonzolo mi avrebbe ucciso. E invece, meraviglia! Scopro che il calzolaio, cileno, ha le mani d'artista ed è anche un piacevole conversatore. E poi, nella bottega, c'è sempre quel buon odore di colla e lucido che da piccola mi vietavano sempre di sniffare. :-)

    RispondiElimina

Si pregano i Signori Commentatori di firmarsi sempre, di inserire il link al proprio sito (se c'è) e di evitare offese inutili (e anche quelle utili). Grazie.

(Please sign your comments, thanks)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails