lunedì 31 maggio 2010

Cambiamenti

Si dice arrivino sempre a gruppi di 3; per ora ne sono arrivati due.
A parte il cambio casa, stamani ho preso il coraggio a 4 mani, un bel respiro e sono andata nell'ufficio della capa.
Sono stata breve e concisa: "Ho deciso di licenziarmi".
Niente drammi, niente domande.
Niente di niente.
Quasi se lo aspettasse.
Quasi qualcunao l'avesse avvisata, avvertita, accennato alla possibilità.
Non un "Parliamone" o "Ma perchè?".
Ok.
Per me va bene.
Da domani partono i trenta giorni di passione, nei quali, già so, che verrò screditata, rimproverata, guardata male, ignorata o additata di tutti i mali del mondo.
Pazienza.
Lo volevo fare e l'ho fatto.
Non ne potevo più di far notte a scaldare la sedia per due lire al mese.
Ho una laurea, per Dio; anni di esperienza alle spalle.
Quello che sarà di me non lo so; ci sono possibilità all'orizzonte, alcune concrete altre meno.
Ma chissenefrega.
Adesso o mai più.
Finchè almeno non vinco al superenalotto.
Bisognerebbe giocarci però.
Per vincere.

sabato 29 maggio 2010

Keri Arthur - Moon Sworn

More about Moon Sworn

Ultimo libro della serie di Riley Jenson; non vedevo l'ora di leggerlo ma ora mi dispiace quasi di averlo fatto.
Non perchè sia brutto, è solo che sapere che non leggerò più le avventure di questa lupacchiotta vampira mi mette un po' di tristezza. A parte questo però il libro è bello e pieno di adrenalina come gli altri, manipolazioni di memoria e coraggio.
Bella la scena finale in cui Riley ed il gemello Rohan affrontano finalmente chi li aveva maltrattati da bambini, anche se la riunione con la madre è un po' forzata - in fondo li aveva ignorati per vent'anni.
Ha anche un happy ending con il vampiro Quinn O'Conor; finalmente un po' di pace e felicità per Riley.
Una degna fine di una serie da leggere tutta d'un fiato.

mercoledì 26 maggio 2010

Ci nasce la verbena (8/54)

(all rights reserved)
Piazza (8/54)


Le altre scelte erano:

Disney Desperate Housewife

martedì 25 maggio 2010

Lost in LOST/Final

ATTENZIONE

Questo post contiene brutali spoiler sull'ultima puntata di LOST, se non l'avete ancora vista NON LEGGETE (oppure fatevi del male ma poi non prendetevela con me)****

Allora.
L'ho appena vista quindi è possibile che parli con l'emozione piuttosto che con lo spirito critico che ci vorrebbe.
Comunque chissenefrega.
Credo che mi sia piaciuto.
Finale lacrimosissimo - un happy ending senza happy ending.
Che però non ho capito.
Cioè, ho capito che la parte finale se l'erano creata loro per ritrovarsi, però non ho capito che fine hanno fatto.
O meglio.
Chi muore, chi lascia l'isola. Chi rimane.
E' quella la fine nella realtà, giusto?

E poi: perchè in chiesa non c'erano Michael e WAAAAAALT e Ana Lucia e Mr. Eco?

Al di là di tutto però rimane una serie che va al di là di tutte le altre create fin'ora, che ha tracciato il destino di quelle a venire.
Complimenti agli sceneggiatori perchè hanno dato libero sfogo alla fantasia, non hanno avuto confini, l'immaginazione ha preso il sopravvento.
Si sono sentiti liberi di far accadere ciò che volevano senza pensieri.
Passato, presente, futuro, immaginazione, tutto legato insieme e tutto sconnesso, un mix di cose impensabili che si sono fuse perfettamente.
Bravissimi gli attori, azzeccati per le parti come se fossero stati creati appositamente; non so che cosa farà Evangeline Lily nella vita, ma per me rimarrà sempre Kate (Tell me I'll see you again - ne vogliamo parlare? piangevo come una vite tagliata).
E Matthew Fox? vogliamo parlare di quanto è dimagrito nel corso degli anni e di quanto mi affascinano quei canini? che se negli USA tutti hanno i denti perfetti lui è perfetto con i denti leggermente storti?
E quanto sia inquietante Ben e dolcissima Juliet? Solo lei poteva riuscire dove anche Kate aveva fallito.
Bellissimo il finale con l'aereo che vola sopra Jack e vincent.
E la chiusura sopra l'occhio di Jack che si chiude.
Come si era aperto all'inizio. 
Memorabile.

Voglio però anche ringraziare coloro che hanno reso possibile - a me ma anche a tanti altri - guardare questa serie in lingua originale senza doppiaggio e praticamente in contemporanea con gli USA: grazie a Verzaverde, LucasCorso, MetalMarco, ChemicalChiara, The Dude e a tutti gli altri di ItalianSubsAddicted.
Senza di voi non sarebbe stata la stessa cosa. Grazie ragazzi.
Hanno scritto nella parte finale dei sottotitoli:
"Ci siamo, il momento che abbiamo tanto atteso e temuto è arrivato. E' il momento di ringraziare voi, amici fedeli, per esserci stati vicini e con il vostro affetto, spronato per continuare questa favolosa avventura. Siete stati la nostra Luce e per noi proteggervi è stato un piacere ed un onore. Dicono che nessun uomo è un'isola ma noi tutti, ineime, per questo fantastico viaggio, lo stiamo stati. GRAZIE. e per l'ultima volta:


I'll see you in another life, brother.

giovedì 20 maggio 2010

Fatemi la cortesia

Se mi incontrate per strada non ditemi che sono pallida o che ho la faccia stanca o che sono morta e non me ne accorgo. Sarà anche vero, ma poi mi deprimo.
Chiaro?
Thanks.

E un'altra cosa: se un giorno andate a lavoro e trovate un segno sul campanello; se consigliate al datore di lavoro di chiamare la polizia perchè c'è qualcosa di strano; se il datore di lavoro vi dice "nono, cancella e basta"; se poi il vicino a cui è capitato la stessa cosa chiama i carabinieri e papale papale lo avvertono che è un segno che fanno i ladri (di una determinata etnìa) per avvertire che lì si può entrare; se il vicino gentilmente avverte il datore di lavoro e questi l'unica cosa di cui si preoccupa è di nascondere le marche da bollo in cassaforte; e voi avete voglia di guardarlo in faccia e dire "Ciccia, a me delle marche da bollo non mi frega un c***o io sto qui fini a notte inoltrata, vogliamo fare qualcosa o aspettiamo di essere derubate perchè tanto non c'è niente da fare? non so, mettere un allarme? pagare una vigilanza notturna?"  se la risposta dell'imbecille inquestione è un'alzata di spalle e la porta chiusa allora il vecchio adagio è la miglior risposta: mal voluto non è mai troppo.
Spero solo di non esserci quando accadrà.
E vaffanculo.

mercoledì 19 maggio 2010

Dead as a doornail (Morto Stecchito) - Charlaine Harris

5^ libro della serie; divertente, leggero e breve.
Generalmente quest'ultima cosa mi dà un po' fastidio, ma in questo caso no.
Buffa l'interazione con Eric e un nuovo gnoccolone (bello grosso) all'orizzonte per Sookie.
Chissà se lo vedremo mai a TrueBlood!

E poi:
“Well, then . . . I’ll go back to my own bar and look at my own bar patrons from my own office. We’re expanding our Fangtasia product line.”
“Oh?”
“Yes. What would you think of a nude calendar? ‘Fangtasia’s Vampire Hunks’ is what Pam thinks it should be called.”
“Are you gonna be in it?”
“Oh, of course. Mr. January.”
“Well, put me down for three. I’ll give one to Arlene and one to Tara. And I’ll put one up on my own wall.”
“If you promise to keep it open to my picture, I’ll give you one for free,” Eric promised.
“You got a deal.”

Ecco: Mr. Junuary...


Lunch break (7/54)

Piove ancora, e davvero non ne posso più di fotografare cibo.
(Anche se non c'entra niente, volevo dire che ho lasciato il motorino fuori anche se diluvia perchè sì, vivere a Siena - come credo Venezia e Roma - è bellissimo, ma i maledetti piccioni dovrebbero andare a ca**re - letteralmente - da qualche altra parte)

(Questo è il mio pranzo: yogurt e cereali)


































Questa era la seconda scelta, si intitola "Cereali a Pioggia"


martedì 18 maggio 2010

Slow blog

L'attività in questo periodo è rallentata da tutti i cambiamenti in atto. Belli, ma faticosi.
Cioè, se solo non dovessi lavorare in 3 giorni sbrigherei tutto, ma avendo a disposizione 16/17 minuti liberi al giorno, il tutto si dilunga in un mortale infinito.
E io che avrei solo voglia di prendere la macchina fotografica, la mia Fiesta, una cartina e be on the road.
Sopporterò stoicamente.

martedì 11 maggio 2010

Se famo du' spaghi (6/54)

(all rights reserved)

In effetti

devo scegliere che classico leggere e mi trovo indecisa fra Huckleberry Finn, Gulliver, il Mago di Oz o Robinson Crusoe.

5 minuti dopo:
già fatto: Treasure Island will be.

venerdì 7 maggio 2010

Dead to the World (Morto per il mondo) - Charlaine Harris

More about Dead to the World

Lo ammetto, è leggermente meglio degli altri. L'interazione col Vichingo Morto è interessante soprattutto perchè poi tutto torna com'è e solo Sookie sa.
Non male. ;)
(anche se la cosa più bella rimane la copertina... di questa edizione sono tutte strepitose)

giovedì 6 maggio 2010

Parliamoci chiaro

La crema di yougurt Muller alla stracciatella è strepitosa.

mercoledì 5 maggio 2010

Dead Club (Il Club dei Morti) - Charlaine Harris

More about Club Dead

Sookie è davvero leggera come l'aria - impalpabile quasi.
E comunque ho iniziato il quarto.
Occhio, citte. 

martedì 4 maggio 2010

Gomorra - Roberto Saviano

More about Gomorra

Lo avevo lì da un po'; dico la verità, non avevo il coraggio di leggerlo.
Sapevo che mi avrebbe disturbato, ma la cosa è andata oltre ogni limite.
No, non sono come quelli che dicono che senza il libro di Saviano la camorra non la conoscerebbe nessuno. Ma certo Gomorra mi ha aiutato a capire le dinamiche e i percorsi e soprattutto la portata del fenomeno. Una cosa gigantesca, abissale, che, guarda che culo, abbiamo esportato in tutto il mondo.
Il libro è una specie di Camorra for dummies, per gente che non se la vede sotto casa tutti i giorni e che quando ne sente parlare al TG dice "Tanto, fionchè si ammazzano fra di loro....".
Come facciamo tutti, ammettiamolo. O almeno, tutti nati nella parte giusta dell'Italia.
Quello che mi colpisce è questo: Roberto Saviano non ha fatto inchieste per conto proprio o svelato chissà quali segreti; per la maggior parte del libro si è limitato a prendere pezzi di processi, confessioni di pentiti, indagini delle varie DDA e a riportarli in modo che anche il più coglione potesse capire.
E dal successo che ha avuto il libro, credo che noi, coglioni che abbiamo capito, siamo in tanti.

Ad aver dato fastidio alle organizzazioni criminali è il mio lettore, non sono io. Il mio lettore è ciò che loro non vogliono, il fatto che in questo momento ne stiamo parlando, che ne hanno parlato tutti i giornali, che continuano ad uscire libri, che continuano a nascere documentari, è tutto questo che loro non vogliono, è l'attenzione su di loro, sui loro nomi, soprattutto sui loro affari.

Il prezzo pagato da Saviano per aver scritto Gomorra è la libertà di muoversi, ma non quella di pensare; anche se è sotto scorta da ormai 4 anni (e ne aveva 27 quando Gomorra è stato pubblicato) non smette di gridare contro quelli che infamano la nostra terra, che la violentano e la ammazzano senza sopsta nè rigiardo per nessuno.
Se tutti fossimo come lui, la camorra non esisterebbe.

p.s. Il titolo al libro lo dà un sermone che fu pensato (e mai pronunciato) da e per  Don Peppino Diana - ucciso dalla camorra a Casal di Principe nel 1994.

domenica 2 maggio 2010

Verona (Feb. 2010) (5/54)

5/54 - Bacche nel Teatro Romano (Verona)


Random pics from trip to Verona - Feb. 2010
(Duomo, Tomba di Giulietta, Arena, Vista dal Teatro Romano)






LinkWithin

Related Posts with Thumbnails