giovedì 25 novembre 2010

L'anno che verrà (34/54)

New Agenda (34/54) (all rights reserved)



L'anno che verrà



2011

domenica 21 novembre 2010

Harry Potter e i doni della morte - Parte I

Bello bello.
Ma bello bello bello.
Forse il primo film di tutta la serie da cui non sono uscita dicendo "manca questo o quello"; adrenalinico e in alcuni tratti persino pauroso; intenso e con Ron che è cresciuto a dismisura.
Niente paragoni col libro - inarrivabile.
Ma un bel film davvero.

Quasi quasi torno a vederlo.....


martedì 16 novembre 2010

E' arrivata

E' arrivata la cazzata.
Ovviamente fatta da me.
Spero solo di non aver seguito la tradizione delle tre.
Si perchè in genere io non mi limito a fare una cazzata sola.
Raddoppio sempre e poi non c'è due senza tre e il quarto vaffanculo.
Chi legge scusi il torpiloquio, ma quando mi capitano queste giornate - a lavoro specialmente - mi sparerei in bocca per dimostrare quanto mi dispiace.
Forse sarebbe un po' esagerato, però.
Tutto quel sangue sparso sulla scrivania.
Poi al signora delle pulizie mi maledirebbe per l'eternità.
Niente pistola allora.
Tiro fuori il flagello?

domenica 14 novembre 2010

Waiting for

Accio November 19th (all rights reserved)

Dirò la verità: ho avuto un sacco di problemi a scattare queste foto: noise, light, editing.... insomma, 'na ca@@ta. Non sono per niente soddisfatta, avevo in mente tutt'altra cosa.

The Social Network



Ovvero, come un ragazzetto brutto, brufoloso, americano e con la faccia a cece lesso, dà vita all'invenzione del secolo perchè la ragazza lo aveva mollato con l'accusa di essere un cazzone (quale, obiettivamente, era).
Il film è carino, veloce, per niente noioso - il protagonista è credibilissimo, tanto che ho sentito l'esigenza di vedere la faccia del vero Mark Zuckerberg.
Markuccio, in qualunque momento sentissi il bisogno di regalare uno dei tuoi milioni, io sono qui - a disposizione.
Mi immolo volentieri per la causa.

venerdì 12 novembre 2010

Constance - Rosie Thomas

More about Constance

Una cosa bella di questo libro è che l'ho pagato una sterlina in una libreria di libri usati in Charing Cross (e scusate se mi vanto di conoscere Londra come camera mia, ma così è - se vi pare. E anche se non vi pare. Tzè); il resto è poca roba. La storia non è malissimo, una ragazzina adottata da una famiglia concentrata sulla figlia maggiore, sorda; lei che si innamora del marito della sorella, il marito della sorella che si innamora di lei, una vita separati e poco altro. Il lieto fine c'è, ma è stato talmente privo di emozioni il libro, con una storia parallela di cui francamente ho capito poco il senso che anche il finale non ha creato particolare tumulto.
Niente di che.
Una bella citazione però:
She had an English boyfriend who called her more often than she needed to hear from him, a savings account, a mobile phone, an Oyster Card, and a place to live that made her feel as if she was in a movie. She was a London girl.
Yep.

giovedì 11 novembre 2010

Jane Austen

"My characters shall have, after a little trouble, all that they desire.”



mercoledì 10 novembre 2010

Già mi pento

Premessa:
si è rotto l'ebook reader (sì, di nuovo).
L'ho inviato in assistenza (sì, di nuovo).
Dopo lungo penare hanno esaminato il corpo ed hanno decretato che il decesso era dovuto a causa esterne e non a difetti di fabbrica.
Quindi avrei dovuto pagare per la riparazione.
Non avendo prove che sostenevano il contrario, ho dovuto soccombere.
Ho riflettutto un po' e visto che è un regalo e mi scoccia butterlo via così ho deciso per la riparazione.
Quindi:
Ora dall'assistenza mi dicono che "vi sono delle difficoltà nel reperimento dei pezzi di ricambio".
Ma che contano di averli entro 10 giorni.
Dopo di chè provvederanno ad una "sollecita riparazione".

'Sticazzi come direbbero a Oxford.

p.s. se volete consigli su quale ereader NON comprare scrivetemi in privato.

lunedì 8 novembre 2010

Autunno

Golden season (32/54) (all rights reserved)


































Vinsantiera



































Editing Choices

Bustine dello zucchero/5

Se un uomo non è disposto ad affrontare qualche rischio per le sue opinioni, o le sue opinioni non valgono niente o non vale niente lui.      - Ezra Pound.

sabato 6 novembre 2010

Indulgence in Death - J.D. Robb

More about Indulgence In Death

Mh.
Dunque.
La verità è che dopo averlo finito sono andata a vedere le ultime recensioni degli ultimi libri di questa serie. Diciamo che per trovare 5 palle bisogna andare un po' indietro; all'ultimo avevo dato 4 palle, ma per averne 5 bisogna andare a febbraio 2009.
Non un buon segno.
Non che il libro sia brutto, ma il caso è poco avvincente ed è tanto che a livello erpsnale, Eve e Roarke sono un po' fermi.
L'inizio è carino, ma il cadavere anche quando sono in vacanza, mi ha fatto pensare alla Signora in Giallo. Che Eve sia come Jessica Fletcher? Che porto un po' (diciamolo) sfiga?
Insomma, la morta nel bosco ha rovinato un po' tutto; se la poteva risparmiare.
Anche i co-protagonisti. Peabody e McNab oramai anche loro sono fermi da mo'; Nadine non pervenuta. Mira sempre la solita.
Ci infila dentro altri due Detective di cui avevamo appena sentito parlare.
Che forse ha qualcosa in mente per Dave Baxter?
Mah.
No, non mi ha convinto, a malincuore ho dato 3 palle. E' vero che febbraio è vicino, ma se deve continuare così preferisco che scriva un solo libro all'anno, ma di quelli belli.

...

... scherzavo. C'è.

Elucubrazioni

Sarò razzista, ma trovo chi non si preoccupa seriamente dell'ambiente, e fa nel suo piccolo tutto quello che può, veramente stupido.
Senza eccezioni.

Le soddisfazioni della vita

Colazione con macine e paracetamolo.
Cosa voglio di più?

(chi scrive "Un lucano" sarà esiliato per sempre.)

mercoledì 3 novembre 2010

Bustine dello Zucchero/4

Uccidi un uomo e sei un assassino.
Uccidine milioni e sei un conquistatore.
Uccidili tutti e sei Dio.
(Jean Rosand)
(In effetti.)
(P.S. non c'entra niente, ma Indulgence in Death è nelle mie mani grazie alla Iena (temporaneamente)Arancione. Aver tempo di legerlo non sarebbe male)

lunedì 1 novembre 2010

Ancora lui, Adriano (31/54)

Splendido week end passato - tra l'altro - a visitare Villa Adriana, vicino Tivoli.
La guida ci portava in giro ed a me tornava in mente quel capolavoro - ed avevo l'illusione di aver conosciuto Adriano personalmente.
Mentre gli altri, erano solo turisti.

Hadrian's strolling wall (31/54)



One night (I was eleven years old at the time) he came and shook me from my sleep and announced, with the same grumbling laconism that he would have employed to predict a good harvest to his tenants, that I should rule the world.

Teatro Marittimo

Fino a oggi, tutti i popoli sono periti per mancanza di generosità: Sparta sarebbe sopravvissuta più a lungo se avesse interessato gli iloti alla sua sopravvivenza. [...] Tenevo a che la più diseredata delle creature, lo schiavo che sgombra le cloache delle città, il barbaro che si aggira minaccioso alle frontiere, avessero interesse a veder durare Roma.


Fondare biblioteche è un po' come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l'inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire.

Ho cercato la libertà più che la potenza, e quest'ultima soltanto perché, in parte, secondava la libertà.

(Tutte le citazioni sono di Marguerite Yourcenar - Momorie di Adriano)

Mi sfugge

Perchè anche le cose più semplici, in Italia diventino complicatissime, mi sfugge.
(Tipo, ad esempio, l'attivazione di domiciliazioni bancarie on line)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails