domenica 27 febbraio 2011

More about Treachery in Death


Un bel libro; un caso intrigante e doloroso dal punto di vista della lealtà fra colleghi; mi è piaciuto molto il salto in avanti che ha fatto la carriera di Peabody, si è in qualche modo affrancata da Eve, chiudendo un caso da sola e trovando una prova schiacciante per l'altro.
Ci sono un paio di cose che a mio parere sono forzate (e senza motivo), tipo - per esempio - la litigata ad inizio libro che proprio non mi è chiara; non c'è un vero e proprio motivo, più un pretesto, ma non ho capito a che fine.
Però il caso è interessante ed il libro si legge bene, anche se dal punto di vista personale dei personaggi (se si esclude la liason fra Webster e ... ) non c'è nessuna novità e nessun passo in avanti.
Quattro palle.

lunedì 21 febbraio 2011

Ferrara (47/54)

Palazzo dei Diamanti (47/54)



In bici sulle mura



Palazzo dei Diamanti


domenica 20 febbraio 2011

Non vi lascerò orfani - Daria Bignardi

More about Non vi lascerò orfani

A fagiolo.
Sono appena tornata da un fine settimana nella terra di Daria Bignardi e dell'Ariosto.
Seguo Daria Bignardi da quando conduceva la Mezz'ora D'Aria, i giovedì mattina su Radio DeeJay.
Ovviamente parlava di libri e grazie a lei ho scoperto autori e storie strepitose delle quali le sarà sempre grata (Rossana Campo e Cathleen Shine, per dirne un paio).
Però ho rimandato la lettura del suo primo romanzo per tanto, non so bene perchè.
Ci voleva una toccata e fuga in libreria di venerdì sera dopo-lavoro e l'offerta dei best-sellers mondadori.

Il libro è bello.
In tantissime cose mi sono ritrovata: nelle telefonate giornaliere alla mamma apprensiva, nel lessico familiare incomprensibile agli esterni, nei ricordi d'infanzia scoloriti e nelle leggende di famiglia.
L'impressione (che tanto impressione non è, confermata anche da Daria nel capitolo finale), è che più che scrivere un libro, abbia voluto buttare su carta un omaggio alla mamma scomaprsa, perchè chi non ha avuto tempo di conoscerla bene, sappia di lei, sappia che è esistita, sappia dei suoi difetti e dei suoi pregi.
E' un libro nostalgico ma non triste, è un libro che parla d'amore, ma non è smielato: anzi, in alcuni tratti è persino spietato.
Però è bello e piacerebbe anche a me scrivere una cosa del genere sui miei genitori.

Leggendo il libro ho pensato spessissimo alla mia amica E., che da un anno ha perso il babbo nella maniera più tragica ed improvvisa possibile.
Un paio di mesi fa, le dissi di scrivere di lui, di scrivere a lui per riuscire a mitigare il dolore e sentire meno vuoto dentro.
Non so se lo farà, ma a leggere questo libro sembra faccia bene.

domenica 13 febbraio 2011

Archangel's Consort - Nalini Singh (#3 Guild Hunter)

More about Archangel's Consort

Bello, avvincente, personaggi interessanti ed intriganti, sia i protagonisti che le comparse.
Era da tempo che una serie non mi prendeva così bene, ovviamente per il seguito si dovrà aspettare un po'.
Ma per dare l'idea di come siano belli Elena e Raphael, farò un paragone con altri due che ben conosciamo.
Forse, dico forse e sottolineo forse, ma lo dico e lo scrivo e sono disposta a subirne le conseguenze, in questo momento li preferisco a...
...
...
Eve e Roarke.
Ecco, that's it, out in the in open.

p.s. Il primo libro della serie è stato tradotto ora dalla Nord, si intitola "Il profumo del sangue".

giovedì 10 febbraio 2011

La pancia degli italiani - Beppe Severgnini

More about La pancia degli italiani

Mi è servito - senza ironia.
Mi è servito per capire almeno il perchè quest'uomo faccia le peggio cose e tanti continuino a votarlo.
Come se non ci credessero, come se i magistrati fossero tutti dei pazzi, come se i giornalisti non comprati da lui fossero tutti dei romanzieri che si inventano le cose.
Ora, almeno, ho capito.
Continuo a disprezzare, sì, disprezzare, chi vota quello lì, ma almeno adesso ho capito perchè lo fa.

Adele - Rolling in the Deep

- Tipo, a nastro.

mercoledì 9 febbraio 2011

Freschi momenti di piacere (45/54)

(-9) (ma ho già idee per le prossime due) all rights reserved



upside down

martedì 8 febbraio 2011

L is for Lawless (L come Legge) - Sue Grafton

More about L Is for Lawless

Vogliamo commentare sulla traduzione del titolo?
No, non vogliamo.
Vogliamo commentare il libro?
Si, vogliamo.
Carino come gli altri, si legge facile facile - senza alti nè bassi.
Un tre palle classico.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails