venerdì 16 marzo 2012

Il disagio della Libertà - Corrado Augias

More about Il disagio della libertà

Magistrale. E fin qui non ci sarebbe niente di strano, ma quello che più mi è piaciuto di questo libro è che Augias, con la sua solita sobrietà ed eleganza, si è tolto parecchi sassolini dalle scarpe.
Grandissimo.

lunedì 12 marzo 2012

La classe non è acqua - Antonio Caprarica

More about La classe non è acqua

Sincramente lo preferisco nei reportàge da Londra; è vero che c'è la stessa ironia e cultura che si trova nei passaggi televisivi, ma il libro è frammentario e talmente ricco di aneddoti intrecciati ad una citazione infinita di rendite, che alla fine diventa noioso e non ci si capisce più niente.
No, tornassi indietro no spenderei 18 Euro in questa *******.
Due palle perchè l'argomento mi interessa molto, sarebbe stata una.

Aggiornamento (#marchphotoaday)

(All rights reserved)

5) Smile

6) 5pm

7) Something I wore

8) Window

9) Red

10) Loud

11) Someone I talked to today



12) Fork (spoonin')

sabato 10 marzo 2012

One for the money - The Movie



No.
Sapevo che non avrei dovuto guardarlo, ma è stato una specie di regalo, e rifiutarlo pareva maleducato.
Non c'è un personaggio che si avvicini a quello del libro, tranne, forse, Ranger.
Morelli è così lontano da MORELLI che di più non si può; e non prendo neanche in considerazione lo scempio che hanno fatto di Grandmama Mazur.
1 palla su 4, di più davvero non posso.

venerdì 2 marzo 2012

Up! and Fruit

(ALL RIGHTS RESERVED)
UP! #marchphotoaday #1



Fruit #marchphotoaday #2

giovedì 1 marzo 2012

Celebrity in Death - J.D. Robb

More about Celebrity in Death Credetemi, lo dico con la morte nel cuore, ma questa serie è arrivata alla fine.
L'unica cosa che si può fare per non rovinare il ricordo di personaggi che mi hanno accompagnato per l'ultimo decennio è un paio di libri in cui si parli di loro, in cui si risolvano una volta per tutte gli enigmi del passato e in cui si dichiari, finalmente, l'happy ending.
E magari riprendere con uno spin off che so, su Jemie (uno a caso), se proprio non si vuole abbandonare la New York del 2061; qualcosa che faccia tornare l'ispirazione alla Roberts, perchè con Roarke e Eve, per quanto mi dispiace dirlo, non c'è più. 
E' un'agonia insopportabile; questo credo sia il punto più basso degli ultimi libri.
Ero tentata di dare due palle, ma ne ho date tre perchè mi dispiaceva. Ma sappiate che sono due in realtà.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails