venerdì 15 febbraio 2013

Italiani di domani - Beppe Severgnini

Più riguardo a Italiani di domani A me è piaciuto; è breve e positivo, ci sono dei consigli utili, alcuni originali, altri più banali, ma tutto sommato è una lettura piacevole. È un libro che sprona i giovani ad abbandonare le proprie paure, intese come bagaglio troppo pesante per essere portato dietro e che impedisce di partire, abbandonare i propri pregiudizi e le strade fin'ora battute, che oramai non portano più da nessuna parte, se non in luoghi sovraffollati nei quali non c'è più posto, per provare, per necessità ma anche perché è questo che ci si aspetta dalle generazioni più giovani, ad andare dove pochi prima sono andati, a provare ad inventarsi una professione, un lavoro, un'attività che non solo renda economicamente indipendenti, ma anche delle persone soddisfatte e propositive. Tutto quello che Severgnini scrive è condivisibile e saggio, è quello che un padre con un occhio aperto ed esperto dovrebbe dire al proprio figlio quando lascia il nido. Tutto molto bello, poi ovviamente ci si scontra con la realtà, che spesso contrasta o impedisce la partenza (intesa come inizio di qualcosa di nuovo). Più spesso ci si lascia trasportare dalla corrente, zavorrati da troppe paure. Lo dico anche a me stessa.

Nessun commento:

Posta un commento

Si pregano i Signori Commentatori di firmarsi sempre, di inserire il link al proprio sito (se c'è) e di evitare offese inutili (e anche quelle utili). Grazie.

(Please sign your comments, thanks)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails