domenica 15 febbraio 2015

Eredità - Lilli Gruber


A metà strada tra un romanzo, un diario e una ricostruzione storica, Lilli Gruber parte dalle suo origini sudtirolesi per raccontare la storia di Rosa, sua bisnonna, che ha vissuto nella prima metà del '900 e assisitito alle più grandi tragedie di quel tempo e della sua terra. Rosa è una ragazza di famiglia benestante, volitiva e profondamente credente, testarda ma giusta che combatterà per la sua famiglia e la sua gente in un tempo in cui tutto cambia vertiginosamente.
In alcune parti è interessante, in altre un po' noioso, credo che il racconto paghi molto il fatto di non essere nè carne nè pesce.
Non è male, ma continuo a preferire la Gruber giornalista, quando mi parla di cose che non so e che ha vissuto sulla propria pelle, come Figlie dell'Islam.
Tre palle.

4 commenti:

  1. Io l'ho trovato, soprattutto all'inizio, un po' discontinuo nella narrazione ed ho fatto fatica ad ingranare.
    Poi però la storia mi ha presa abbastanza.

    RispondiElimina
  2. Anche io ho fatto fatica, confesso.

    RispondiElimina
  3. Io l'avevo trovato un po' autoreferenziale: volevo sapere della storia di cent'anni fa, non di lei oggi. Però cmq l'ho trovato gradevole e mi è piaciuto molto anche il seguito :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava, hai trovato l'aggettivo giusto. E' autoreferenziale!

      Elimina

Si pregano i Signori Commentatori di firmarsi sempre, di inserire il link al proprio sito (se c'è) e di evitare offese inutili (e anche quelle utili). Grazie.

(Please sign your comments, thanks)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails