venerdì 11 settembre 2015

La fattoria degli Animali - George Orwell

http://www.amazon.it/gp/product/880449252X/ref=as_li_qf_sp_asin_il_tl?ie=UTF8&camp=3370&creative=23322&creativeASIN=880449252X&linkCode=as2&tag=chicksandtrip-21 

La Fattoria degli animali è uno di quei libri che hanno un doppio, triplo e a volte quadruplo significato. 
E' stato usato per anni come metafora contro il comunismo, soprattutto perchè è stato scritto alla fine del 1943, quando lo spettro di Lenin era ben presente nella mente di Orwell; lo si può però applicare a tutti i totalitarismi, non solo a quelli di matrice comunista.
Leggendo il libro però mi rendo conto che centra il bersaglio più di quanto in realtà non dovrebbe: un popolo che segue ciecamente un leader, chiudendo gli occhi davanti ai suoi misfatti, dimenticando in fretta gli errori del passato trasformandoli addirittura in pregi positivi. 
Vi ricorda nessuno? 
Chiaramente è una metafora e ognuno ci legge ciò che crede; al di là della metafora però c'è stata una frase che mi ha fatto molto ridere, essendo amante dei gatti: c'è appena stata la Ribellione e gli animali si accordano nel lavorare duramente per avere delle condizioni di vita migliori di quando avevano un padrone:
Fu chiaro fin dall'inizio che ogni qualvolta c'era un lavoro da fare, il gatto si rendeva irreperibile.
Cinque palle, un libro che non può mancare nella biblioteca di nessuno. 

Nessun commento:

Posta un commento

Si pregano i Signori Commentatori di firmarsi sempre, di inserire il link al proprio sito (se c'è) e di evitare offese inutili (e anche quelle utili). Grazie.

(Please sign your comments, thanks)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails